Trattare la nausea da cervicale con il rimedio di Cannabis Light e CBD

Ne sono afflitti il 60% degli italiani. Trattare la nausea da cervicale con la cannabis light è un’ottima idea. Perché? Per la funzione riequilibrante del CBD per recuperare l’appetito  e allontanare la nausea, per la sua azione antinfiammatoria e sul nervo vago, per il suo ruolo contro lo stress a monte della tensione di collo e spalle.

Potrebbe interessarti anche:
Nausea da stress: la cannabis light come rimedio naturale olistico

Dolore alla cervicale: ne soffrono il 60% degli italiani

Quando le ragazze sono giovani e hanno la sensazione che niente le possa fermare visto che scoppiano di salute e sono cariche di energie, non si asciugano i capelli. Le mamme le sgridano “Non penserai mica di uscire così?”, “Guarda che poi ti viene male alla cervicale…”. Cosa? Male alla cervicale… pfiu! Ragazze è tutto vero! Ad un certo punto della vostra vita cominceranno a venirvi dei mal di testa potenti e implacabili, con annessa nausea e a volte vomito. Non si esce di casa: preferirete chiudervi in camera al buio aspettando l’avvolgente abbraccio di Morfeo e sperando che al vostro risveglio il male alla cervicale e la nausea se ne siano andati. Il 60% degli italiani soffre di dolori legati alla cervicale.

Cause e sintomi della cervicalgia: cannabis light e CBD contro la nausea

Tra le conseguenze più diffuse della cervicalgia ci sono la nausea, il vomito e il mal di testa. La cannabis light può fare molto per aiutare chi soffre di questo disturbo. Ma vediamo prima che cosa succede nel nostro corpo. I disturbi della cervicale spesso non hanno un’origine univoca ed è difficile isolarne uno soltanto. Diciamo in generale che stati infiammatori e un’eccessiva stimolazione del nervo vago sono tra le principali cause della nausea e vomito da cervicale. L’uso della cannabis come antinausea è molto diffuso, anche per esempio per chi ne soffre come conseguenza della chemioterapia.

Cannabis light contro l’infiammazione a monte della cervicale

Il male alla cervicale può essere originato da uno stato di infiammazione acuta dell’area delle spalle, del collo e della nuca, che provocano dolore. Le articolazioni presenti tra le vertebre, insieme ad occhio e orecchio interno, in una situazione di normalità vanno di pari passo e ci mantengono in equilibrio. Quando le articolazioni cervicali si infiammano perché tutta l’area è infiammata, perdono la coordinazione con gli altri sensori e comunicano al cervello una sensazione di perdita di equilibrio. Proprio come succede quando siamo in auto o in nave e ci viene da vomitare. In questi casi si ricorre ad antinfiammatori che possono essere sostituiti dalla cannabis light per porre rimedio alla nausea da cervicale causata dall’infiammazione.

Il ruolo di stress e tensione nella cervicalgia e l’effetto del CBD

Molti fattori possono condurre a queste infiammazioni a carico dell’area cervicale, tra le quali lo stress. La rigidità della zona delle spalle e del collo è una conseguenza tipica di chi mal sopporta la tensione a livello psicologico. Un buon metodo per rilassarsi consiste nell’integrare la tua dieta con la cannabis light. La sua azione distensiva sia a livello mentale che fisico, allontanerà le tensioni muscolari che sono a monte della cervicalgia e della nausea da cervicale. La cannabis light è inoltre priva di effetti collaterali rispetto ai medicinali che dovresti assumere in caso di ansia e non dà nessun tipo di alterazione del nostro stato di coscienza perché non contiene THC ma CBD, privo di effetto psicotropo.

Cannabis light contro la nausea da cervicale grazie all’azione sul nervo vago

Anche quando il nervo vago viene sollecitato troppo, ecco che può comparire la nausea da cervicale, a cui si può porre rimedio con la cannabis light. Il nervo vago si trova all’interno della colonna vertebrale nella zona del collo e si occupa di numerose funzioni nel nostro corpo: riduce la pressione, sollecita l’afflusso di sangue ai visceri, fa produrre più fluidi al nostro apparato digerente (saliva, bile, succhi gastrici…) e abbassa il battito cardiaco. Anche un’eccessiva presenza di serotonina nel corpo può andare a stimolare il nervo vago in modo inappropriato, causando la nausea da cervicale e il vomito. Il nervo infatti, sollecitato dall’eccessiva serotonina, induce la nausea e gli sforzi di vomito. Il CBD contenuto nella cannabis light aiuta contro la nausea da cervicale proprio grazie alla sua azione omeostatica e riequilibrante del sistema endocannabinoide che influisce sul rilascio della serotonina, concentrato nell’apparato digerente.

THC e CBD a confronto per la nausea da cervicale: la cannabis light riequilibrante

Il THC e il CBD funzionano in modo differenze in caso di nausea. Il THC si lega direttamente ai recettori C1 del nostro sistema endocannabinoide, responsabile, tra l’altro, della gestione dell’appetito. Ecco da dove viene la famigerata “fame chimica”: andando a riempire questi recettori, il thc ha un’azione potente nel controllare la nausea e ci va venire fame. Il CBD invece non si lega direttamente ma agisce in modo riflesso sul sistema endocannabinoide: il beneficio principale di questo fitocannabinoide, presente in dosi massicce nella cannabis light, è la sua capacità omeostatica. Compie in buona sostanza un’azione di riequilibrio del sistema endocannabinoide, permette che nel corpo circoli una quantità maggiore di anandamide e regola il rilascio di serotonina a livello dello stomaco. La serotonina in quantità eccessive può indurre la nausea mentre l’anandamide stimola l’appetito.

Il CBD è un ottimo alleato per mantenere il sistema endocannabinoide in salute e rende la cannabis light un ottimo rimedio per trattare la nausea da cervicale.

By | 2018-07-29T12:49:26+00:00 luglio 29th, 2018|Uncategorized|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento