Cannabis Light, rimedio naturale per alleviare il dolore del tunnel carpale

Formicolio e dolore a mani e polsi: ecco le avvisaglie di una diffusa malattia professionale, frequente in chi usa molto il mouse, causata dalla compressione del nervo mediano. Alleviare i sintomi del tunnel carpale con la cannabis light, per via topica o orale, è un alternativa naturale contro dolore e infiammazione.

Potrebbe interessarti anche:
L’olio di CBD come rimedio per i dolori articolari, artrosi e artrite

Tunnel carpale, una malattia professionale

Quando andiamo in palestra per scaricarci dopo una giornata di lavoro e facciamo sport o ci dedichiamo allo stretching, pensiamo sempre a rinforzare la schiena, a distendere le tensioni muscolari di collo e spalle, a tonificare le gambe… ma a mani, dita e polsi chi ci pensa? Anche la vita meno attiva nasconde insidie per la nostra salute fisica. Oltre alle classiche tensioni a collo e spalle, chi lavora a computer e usa molto o in maniera scorretta il mouse può essere colpito dalla sindrome del tunnel carpale, disturbo incluso nell’elenco delle malattie professionali stilato dall’Inail e aggiornato al 2018.

Tunnel carpale: colpa del mouse? La cannabis light ne allevia il dolore

Il tunnel carpale è una patologia dalle molte cause e che colpisce soprattutto le donne dalla mezza età in poi, ma è tipica di alcune professioni che prevedono una continua stimolazione e traumatizzazione della mano e del polso. Sicuramente penserete a martelli pneumatici, lavori manuali in fabbrica, e tutt’al più il barista che muove il polso mentre fa il caffè. Eppure non mancano i musicisti e i lavoratori da scrivania. Il mouse è micidiale nel favorirne l’insorgenza ma la cannabis light e il suo cannabidiolo possono darti un grande aiuto per alleviare i sintomi del tunnel carpale. Ci sono certo anche fattori legati al sesso, predisposizione familiare, una determinata conformazione anatomica, la gravidanza e malattie come il diabete o l’artrite che concorrono all’insorgenza di questo disturbo.

Sintomatologia del tunnel carpale: CBD contro dolore e formicolio

La sindrome del tunnel carpale è un disturbo che compromette la mobilità e la sensibilità del palmo della mano, del polso e delle dita e riguarda i nervi. Fastidio e intorpidimento sono solo le prime avvisaglie. Se sottovalutato, il dolore e la perdita di sensibilità si estendono al braccio, al gomito e salgono fino alla spalla. La mano, soprattutto a livello delle prime dita partendo dal pollice, perde la capacità di afferrare oggetti e la forza, la cosiddetta ipostenia. Ma è durante la notte che formicolio e dolore sono più insistenti. Insomma, un dolore spesso molto intenso che ha bisogno di essere alleviato con antinfiammatori e analgesici, di cui poi si diventa schiavi. La cannabis light e il CBD alleviano i sintomi senza obbligarci a ricorrere ai farmaci.

La compressione del nervo: cannabis light come antinfiammatorio e analgesico

Il tunnel carpale è una cavità all’interno della quale passano molti tendini e il nervo mediano. È proprio lui che viene compresso in caso di sindrome del tunnel carpale. Questo nervo parte dall’ascella e ha il compito di muovere pollice, indice, medio e in parte l’anulare ma anche di dare sensibilità a palmo della mano. La compressione a cui il nervo è sottoposto infiamma i tendini flessori della mano e delle dita. Per chi sta al computer e usa a lungo il mouse, il tunnel carpale è uno dei rischi perché spesso la persona assume una postura sbagliata. La cannabis light è un rimedio naturale per il tunnel carpale grazie alle proprietà antinfiammatorie e analgesiche del suo cannabinoide più importante e più presente, cioè il CBD o cannabidiolo. Attenzione: sottovalutare questo problema può voler dire perdere per sempre la mobilità e la sensibilità della mano!

Farmaci o cannabis light contro dolore e infiammazione?

Classicamente, per alleviare i sintomi del tunnel carpale le soluzioni sono diverse in base alla gravità. Si comincia con farmaci, spesso corticosteroidi, tutori per il polso e la mano e trattamenti fisioterapici finché il tunnel carpale è a uno stadio iniziale o medio. Quando invece la situazione si aggrava, è necessario l’intervento chirurgico. Gli effetti collaterali dei farmaci a base di cortisone sono piuttosto importanti (dall’ipertensione all’ulcera, dall’osteoporosi all’insonnia) e infatti non si possono assumere per un periodo prolungato. La comprovata capacità antinfiammatoria della cannabis light per alleviare i sintomi del tunnel carpale non presenta nessuna delle conseguenze dei farmaci a base di cortisone.

Olio di CBD contro il dolore di mano e polso: uso topico e orale

Come antinfiammatorio e analgesico naturale da utilizzare localmente, l’olio di CBD è perfetto grazie ai benefici contro infiammazioni e il dolore. Così come accade con gli oli essenziali che sono molto concentrati, se anche il tuo olio di CBD lo è, utilizza un olio vettore per farlo penetrare nel polso, nella mano e nelle dita. Anche la somministrazione per via orale dà buoni risultati per alleviare i sintomi del tunnel carpale perché la cannabis light lavora dall’interno in sinergia con il sistema endocannabinoide che è responsabile, tra l’altro, della gestione del dolore.

La cannabis light allevia i sintomi del tunnel carpale. Il mouse e il suo uso scorretto sono tra le cause di questo disturbo che provoca dolore e formicolio, notturno specialmente. Il CBD, assunto per via orale o applicato localmente, non è certo risolutivo ma compie un’azione antinfiammatoria e analgesica in modo naturale.

By | 2018-06-23T15:50:24+00:00 Giugno 23rd, 2018|Uncategorized|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento