Cannabis Light, rimedio per l’ansia e lo stress: terpeni, sedativi e ansiolitici

Le proprietà sedative e ansiolitiche della cannabis light, rimedio naturale contro stress e tensione, non derivano solo dai suoi fitocannabinoidi ma anche dai terpeni. Diversi i terpeni, diversa l’azione rilassante che concorrono a creare insieme a THC e CBD, grazie al cosiddetto l’effetto entourage. Scopriamoli!

Potrebbe interessarti anche:
Ansia da prestazione sessuale? Il rimedio è la cannabis light

Oltre ai cannabinoidi, i terpeni nella cannabis light come rimedio per l’ansia e lo stress

Uno dei marchi di fabbrica della cannabis, che ci porta ad identificarla anche a molti metri di distanza, è il suo odore intenso e caratteristico. Sai che cosa conferisce alla cannabis, comprese le infiorescenze di cannabis light, il suo odore inconfondibile? Sono i terpeni, cioè sostanze che compongono gli oli essenziali e le resine della pianta, di cui la cannabis è particolarmente ricca. Ma i terpeni sono molto di più e concorrono a rendere la cannabis light una soluzione naturale ottimale contro l’ansia, lo stress, la tensione.

Distendersi con la cannabis light grazie all’effetto entourage tra terpeni e cannabinoidi

Oltre alle proprietà rilassanti e distensive del CBD e degli altri fitocannabinoidi, i terpeni nella cannabis light hanno un effetto rilassante che si differenzia in base alle specifiche caratteristiche di ciascuno di loro e alla combinazione con le altre sostanze contenute nella cannabis light. Il cosiddetto effetto entourage consiste proprio nell’azione sinergica di tutte queste sostanze che combinate tra loro potenziano le proprie caratteristiche. Ogni varietà di cannabis light presenta quindi una combinazione di terpeni e cannabinoidi che la rende diversa dalle altre e che agisce come rimedio sedativo e ansiolitico in modo differente.

Diversi terpeni, diverse proprietà ansiolitiche e sedative della cannabis light

Spesso le diverse varietà della cannabis light prendono il nome proprio dai profumi caratteristici che i terpeni regalano: la Blueberry ha sentori di more, la Strawberry ha un profumo che ricorda la fragola, e così via. Ma al di là del profumo, il valore aromaterapico dei terpeni si intreccia con le potenzialità dei terpeni di influenzare in senso distensivo e rilassante l’intero organismo, in modo specifico. Alcuni agiscono maggiormente sul rilassamento muscolare, altri hanno un’azione sedativa, altri aiutano a combattere l’ansia, e così via.

I terpeni come rimedio contro ansia e stress: risultati in vitro e in vivo su cavie animali

La verità è che la maggior parte delle indagini scientifiche sono state svolte in vitro oppure su cavie animali, lasciando in sospeso gli effetti sulla chimica del cervello umano di queste sostanze. Questi studi ci danno però degli indizi sulle potenzialità di queste molecole, in attesa che la comunità scientifica dedichi maggiori approfondimenti alla questione. Facciamo una carrellata dei principali terpeni presenti nella cannabis light e vediamo come potenzialmente la sinergia tra cannabis e terpeni è un rimedio naturale per ansia, nervosismo, agitazione, sia fisica che psichica.

Myrcene: il terpene sedativo nella cannabis light

Il myrcene è presente in tutte le varietà di cannabis light ed è responsabile dell’aroma pungente e speziato. Studi sui ratti ne hanno messo in evidenza l’effetto sedativo, anche sull’apparato locomotorio, e la tendenza a indurre sonnolenza. Il myrcene, così come l’α-pinene, deve la sua azione sedativa al fatto che aumenta l’attività dei recettori GABAa, i neurotrasmettitori che si occupano di limitare l’eccitazione dei neuroni. Il myrcene è per esempio contenuto nell’Orange Bud, insieme all’α-pinene. Questo terpene è celebre perché agisce di supporto al THC. Agisce inoltre come antinfiammatorio, analgesico e antitumorale.

α-pinene: dormire più a lungo e senza ansia

Il suo inconfondibile profumo di bosco di pini è suggerito nel nome ed è l’arma di difesa che la cannabis mette in atto in natura per proteggersi da insetti e altri animali, potenziali minacce. Delle piante balsamiche ed espettoranti presenta le proprietà. Questo terpene è contenuto anche in molte piante più comuni come il basilico, il rosmarino, il prezzemolo e altre. Il pinene sembra giocare un ruolo nel contrastare l’effetto di temporanea perdita della memoria causato dal THC. Possiede inoltre moltissime altre proprietà ma quello che interessa a noi è la sua capacità di influenzare positivamente il sonno, aumentandone la durata. Ha sempre un effetto sul sistema locomotoria ma, a differenza del myrcene, non coinvolge a coordinazione ma semplicemente ci rende fisicamente più pigri e rilassati. Compie inoltre un’azione ansiolitica sebbene alcuni esperimenti sui ratti abbiano dimostrato che dosi troppo elevate di α-pinene agiscano in modo opposto. Non esistano studi a dimostrazione delle capacità dell’α-pinene di ridurre le convulsioni, per esempio negli attacchi epilettici. Tuttavia molte piante che contengono α-pinene hanno effetti anticonvulsivi.

β-cariofillene: il tipico odore della cannabis e le proprietà ansiolitiche

Non agisce sul sistema motorio ma ha comprovate proprietà anticonvulsive, ansiolitiche e favorisce il sonno in modo blando. A differenza dei precedenti terpeni, il β-cariofillene non agisce attraverso i recettori GABAa ma attraverso quelli dei cannabinoidi CB2. Così come il CBD, questo terpene è un agonista del recettore CB2; ci sono possibilità che l’azione sinergica di CBD e β-cariofillene concorra ad incrementare l’effetto ansiolitico della cannabis light. Il caratteristico odore della cannabis è dato proprio dal β-cariofillene che ha anche proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e anestetiche.

Linalolo: rilassante contro convulsioni ed epilessia

Studi sui ratti dimostrano che il linalolo contrasta le convulsioni e riduce l’insorgenza degli attacchi epilettici. Ha un effetto sedativo dal punto di vista fisico e induce sonnolenza. La lavanda, che lo contiene così come la cannabis, è nota in aromaterapia come pianta particolarmente adatta a contrastare gli stati ansiosi, che spesso interferiscono con il sonno. Il suo uso in questo senso è noto da tempi molto antichi. Oltre a sollecitare l’attività dei recettori GABAa, il linalolo interviene nella regolazione del glutammato, il neurotrasmettitore responsabile dell’eccitazione, e in virtù di questo fatto è un terpene dalle spiccate proprietà ansiolitiche.

Limonene: regola gli ormoni dello stress

Non è difficile capire quali sono le note profumate che il limonene conferisce alla cannabis light. Consideriamo, alla luce degli studi su cavie e in laboratorio, le proprietà di questo terpene contro l’ansia. Il limonene porta chi lo consuma ad assopirsi, agisce contro le crisi convulsive, compromette l’attività motoria nei topi ed ha un effetto sedativo su corpo e mente. A rendere il limonene un terpene efficace contro lo stress è la sua capacità di ripristinare i naturali livelli di corticosterone nel sangue, ormone prodotto dalle ghiandole surrenali e che subisce un picco quando si sta vivendo una situazione di tensione nervosa particolarmente intensa. Agisce anche sulla classe di neurotrasmettitori chiamate monoamine (di cui norepinefrina, serotonina e dopamina fanno parte), contrastando la loro azione sul cervello in caso di stress. Sembra che la capacità del limonene di mantenere in un range regolare i livelli di glutammato e aumentare l’attività dei GABAa siano alla base delle sue proprietà sedative, anche se ancora non è chiaro se questo accade solo dopo una somministrazione prolungata. Il glutammato è sempre un neurotrasmettitore che sollecita l’attivazione di altri neuroni e il cui effetto dopo uno stress intenso improvviso dura per 24 ore. Da ultimo, l’adenosina, il metabolita che comunica al nostro corpo che è ora di riposare, i cui recettori vengono attivati dal limonene. I recettori dell’adenosina A2a sono anche responsabili della regolazione del rilascio del glutammato, dei GABA e della dopamina. Insomma, in sostanza sono ancora in essere gli studi per capire in che misura il limonene è un terpene utile per alleviare l’ansia, lo stress, per rilassarsi in questa rete di interazioni così articolata.

Possiamo concludere in sostanza che la cannabis light è un rimedio naturale contro ansia, nervosismo, stress, problemi del sonno, non solo in virtù del CBD e del suo effetto rilassante. I terpeni sono sedativi e ansiolitici naturali che concorrono, in un effetto entourage con le altre molecole della cannabis light, ad alleviare l’ansia fisica e psicologica.

By | 2018-07-03T14:02:10+00:00 luglio 3rd, 2018|Uncategorized|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento